Martufello

Fabrizio Maturani, meglio noto come Martufello, è un comico noto per aver fatto parte della compagnia teatrale “Il Bagaglino“. Recentemente, ha interpretato Carlo Mazzone nel film “Il Divin Codino” su Netflix.

chi è martufello

Vero Nome: Fabrizio Maturani
Data di nascita: 21 dicembre 1951
Segno zodiacale: Sagittario
Età: 69 anni
Città natale: Sezze, provincia di Latina
Altezza: 1,80m
Peso: 90kg
Professione: attore comico, cabarettista
Profilo Instagram ufficiale: @mauriziomartufello

Chi è Martufello? Fabrizio Maturani, in arte Martufello, nasce a Sezze in provincia di Latina nel dicembre del 1951. È un artista poliedrico che è riuscito a imporsi al grande pubblico con il suo talento innato e pieno di sfaccettature.

É comico, attore cinematografico e teatrale, cabarettista, persino scrittore, ha una discreta voce e qualche volta si è cimentato anche in un paio di passi di danza ma giusto per rendere più incisiva la padronanza del palco.

Gli inizi e l’origine del nome Martufello

Fabrizio è sempre stato un ragazzo allegro, almeno così lo ricordano i suoi più cari amici d’infanzia. Prima di diventare famoso ha fatto altri lavori come il camionista, il fornaio e si è pure cimentato nell’apertura di un negozio di abbigliamento.

Ma sin da bambino ha sempre avuto la vocazione del teatro e del far ridere. La sua più grande soddisfazione è stata quella di essere entrato a far parte della compagnia del Bagaglino.

A tutti coloro che gli chiedono da il nome Martufello, lui risponde che era il nominativo che si dava ai bambini più vivaci e birichini.

Gli inizi, il grande successo del Bagaglino e alcuni ruoli in diversi film

Il palcoscenico è il suo habitat fin dalla giovane età, quando comincia ad esibirsi nelle feste di paese e nei locali in provincia di Latina. Ed è proprio in uno di questi posti che viene notato dal manager di Pier Francesco Pingitore che più tardi sarebbe diventato uno dei suoi più grandi amici.

Questi lo chiama per un provino e lo assume come barzellettiere nella compagnia teatrale Il Bagaglino. Ha solo vent’anni quando si impone in questa compagnia teatrale diventando in poco tempo un personaggio di spicco che lo porta a continuare la collaborazione per ben 28 anni.

Con il Bagaglino, lavora a numerosi programmi spettacoli teatrali, ma che vengo anche trasmessi in televisione e che lo fanno conoscere anche all’audience del piccolo schermo.

Tra questi programmi bisogna ricordare Biberon, Crème Caramel, Saluti e Baci, W l’Italia, Champagne e molti altri in cui il buon Martufello condivide la scena con con grandi personaggi come Oreste Lionello, Pippo Franco e Valeria Marini.

Ha lavorato anche al di fuori del Bagaglino, infatti vanta una conduzione di Domenica In con Mara Venier, un programma con Pippo Baudo, quattro con Paolo Bonolis, oltre che alle presenze come ospite fisso al programma Ci vediamo in Tv presentato da Paolo Limiti.

Martufello ha inoltre recitato in alcuni film come Tango all’italiana e Bonnie e Clyde. Renzo Arbore lo chiamò per partecipare alla sua pellicola e persino Mariano Laurenti lo fa partecipare al suo film Chiavi in mano.

Martufello scrittore

Martufello è sempre stato un artista a cui non è mai piaciuto, tanto da cimentarsi anche nel ruolo di scrittore di libri. Il primo l’ha scritto in solitaria nel 1995 e si chiama Di più nin zo’.

Negli altri due è stato affiancato dal suo amico Claudio Napoletano: Il riso fa buon sangue.. figuriamoci il risotto, Ridete con me…. cioè io è il secondo.

Le Barzellette di Marfufello

Gli incidenti di Martufello

Il 2015 per lui è stato un anno da dimenticare perché purtroppo è stato vittima di un incidente stradale. Per fortuna nulla di grave, ne è uscito quasi illeso riportando solo una frattura al setto nasale e qualche punto di usura alla testa e ad una gamba.

L’episodio si è verificato nel centro di Vetralla mentre guidava il suo scooter. Una macchina l’ha urtato facendolo precipitare per terra. Tempestivo è stato l’arrivo dell’ambulanza che l’ha subito portato in ospedale. Qui ha ricevuto le giuste cure rimanendo qualche giorno fermo.

Questo incidente però è completamente diverso da quello che gli è accaduto nel 1995 dove la situazione si è svolta al contrario. Con la sua auto purtroppo ha investito e ucciso un ragazzo di 37 anni. Fabrizio ha dichiarato che il motorino sul quale viaggiava il malcapitato procedeva sulla via Cassia con luci spente. Ha ammesso di non averlo visto.

Dopo l’impatto si è fermato e vista la gravità della situazione, ha chiamato subito l’ambulanza che purtroppo ha confermato il decesso. Questo episodio ha segnato molto la sua vita e per molto tempo è rimasto scioccato rimanendo un po’ lontano dai riflettori.

Martufello e i social

La simpatia di Martufello è sempre stata molto espansiva e i numerosi fan amano seguirlo anche sui suoi profili social e in particolare Instagram. Una pagina molto seguita dove si diverte e si cimenta a raccontare la sua vita privata e lavorativa e qualche volta regala anche qualche briciolo di comicità come solo lui sa fare.

Gli amori di Martufello: dalla prima moglie a Liuba

Nonostante Martufello abbia sempre amato stare sotto i riflettori e al centro dell’attenzione, della sua vita privata si sa pochissimo. Sappiamo solo che è stato sposato con Isabella Biagini, attrice e showgirl più grande di lui di 10 anni morta nel 2018 per una malattia incurabile. Non hanno mai avuto figli.

Dopo questa relazione, non si è saputo nulla su possibili flirt, o riguardo un grande amore adolescenziale.
Tuttavia, nel 2020, ospite di Barbara D’Urso, ha dichiarato di essersi sposato con la sua governante ucraina di nome Liuba.

La donna ha lavorato in casa sua per ben 21 anni ed è proprio tra le quattro mura che è nato l’amore. Dopodiché i due si sono sposati con rito civile in comune, poiché Martufello era già stato sposato.

Durante l’intervista in cui non manca un omaggio alla sua ex Biagini con cui è stato sposato 4 anni, arriva anche un video dell’attuale moglie che ironicamente lo invita a tornare presto a casa perché in giro ci sono troppe donne. Un gesto amorevole che ha portato l’attore ad ammettere che in Liuba ha trovato una donna che somiglia molto alla sua mamma.

Martufello ne “Il Divin Codino”

Da qualche giorno è arrivato su Netflix un film che tantissimi stavano aspettando. Trattasi di Divin Codino, opera dedicata alla vita e carriera calcistica di Roberto Baggio.

Un ruolo importante è arrivato anche per Martufello che interpreta Mazzone, l’allenatore il campione vicentino ha avuto nella sua ultima esperienza al Brescia. In questo docufilm, Martufello mette in risalto la sua bravura, interpretando un ruolo diverso da quello a cui siamo sempre stati abituati a vederlo.

Questo evidenzia quanto Fabrizio sia bravo in tutto ciò che gli viene proposto di fare. In una recente intervista ha dichiarato che per lui interpretare questa parte è stata fondamentale anche perché, chi conosce la storia di Baggio sa che Carletto Mazzone è sempre stato il suo secondo padre. Fabrizio, quindi si è molto affezionato a questo personaggio che l’Italia vanta di aver avuto. L’unica difficoltà che ha riscontrato durante le riprese è stata dover parlare il suo accentuato romanesco. Il film è disponibile dal 26 maggio sulla piattaforma Netflix.

Review Martufello.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: