Myss Keta

Myss Keta (scritto M¥SS KETA) è un personaggio musicale nato nel 2013 a Milano, da un’idea del Motel Forlanini, un gruppo indipendente di artisti, musicisti, designer e registi, ispirato dalla Milano Glamour, di cui ne parla però con tono dissacrante.

myss keta

In una calda giornata d’agosto, complice anche la noia, quattro ragazzi del gruppo hanno iniziato a buttar giù le parole di “Milano, sushi e coca”.

Porta Venezia è il suo quartier generale e proprio questa zona di Milano, così ricca di differenze culturali, è la sua fonte d’ispirazione.

Non si conosce l’identità di Myss Keta.

Per questo motivo nessuno sa niente di lei, né tantomeno della sua vita privata.

Sicuramente non è il primo personaggio della musica che decide di nascondersi dietro a una maschera; pensate per esempio, ai Daft Punk o al rapper Mezzosangue.

Quel che è sicuro è che, con il suo stile, la sua parlata e anche la sua musica, ha portato un’ondata di novità nella scena italiana.

Carriera

Il successo arriva subito con Milano, Sushi e Coca.

Nonostante le critiche per i contenuti della canzone, il video ottiene milioni di visualizzazione su Youtube.

Per il secondo pezzo “Illusione distratta”, bisogna però aspettare un altro anno.

Pubblica il primo album intitolato “Una vita in Capslock” nell’aprile del 2018.

Con questa espressione, l’artista intende esortare a condurre una vita in maiuscolo.

Nel 2018, Myss Keta pubblica anche il suo primo libro: “Una donna che conta”.

Un libro autobiografico, che racconta con ironia e leggerezza alcune verità che si celano dietro a questo personaggio e che è stato ben accolto da tutti i fan.

Il secondo e ultimo album “Paprika” esce a marzo 2019.

Include molti featuring con artisti italiani conosciuti, soprattutto rapper, tra cui: Gemitaiz, Elodie e Mahmood. Tra i brani di spicco,“Pazzeska” insieme a Gue Pequeno è quello che sicuramente rimane più impresso.

Perchè Myss Keta porta la maschera?

La maschera per Myss Keta è come una liberazione perché le permette di dire quello che vuole.

È come se, con l’anonimato, eliminasse o limitasse i filtri imposti dalla comunicazione sociale e mediatica.

Dall’altro lato, può anche voler dire esprimere concetti superficiali, senza temere il giudizio della gente.

La motivazione peraltro, sempre secondo la cantante milanese, avrebbe origine nell’antica tradizione greca, in cui gli attori mascheravano il proprio viso per migliorare il racconto delle loro storie.

Sanremo 2020

Myss Keta si è fatta conoscere al grande pubblico grazie alla sua partecipazione al Festival di Sanremo 2020.

Si è presentata sul palco dell’Ariston, non in qualità di concorrente, ma per accompagnare l’amica Elettra Lamborghini.

Le due si sono esibite nella cover “Non succederà più” di Claudia Mori.

La presenza scenica e la calda voce di Myss Keta hanno sicuramente messo in secondo piano la performance dell’ereditiera, le cui stonature non erano state coperte nemmeno dall’autotune.

Anche il “quasi” bacio saffico tra le due, molto condiviso nei social, ha in parte messo in secondo piano l’aspetto canoro della prestazione.

Inoltre, Myss Keta ha preso parte all’Altro Festival – il dopo festival sanremese, dove, insieme a Nicola Savino, ha sfoderato la propria simpatia.  

L’amicizia con D’alema

La misteriosa cantante annovera tra i suoi fan niente meno che Massimo D’alema.

Il già presidente del consiglio si è fatto scattare una foto con Keta, dopo un suo concerto.

Tra i due ci sarebbe un’amicizia. La stessa Myss avrebbe detto di essere andata a cena con il politico, ma che poi a pagare il conto sarebbe stata lei.

myss keta d'alema

Myss Keta Netflix

Per promuovere l’uscita della seconda stagione di “The end of the f***ing world”, Netflix Italia ha montato una clip in cui Myss Keta discute con Alyssa nella tavola calda dove lavora.  

La sboccata ragazzina della serie inglese, intenta a ordinare una banana split, è innervosita dall’atteggiamento della cameriera, Myss Keta.

Questa d’altro canto, sembra essere impermeabile al linguaggio aggressivo della teen-ager.

Anzi, crede di aver trovato in lei una nuova “ragazza di porta Venezia”.

Un’idea innovativa di Netflix che combina insieme due fenomeni del momento, sfruttando la popolarità della rapper milanese.

Guarda qui la clip.  

Miss Keta viso

Myss Keta ha fatto dell’enigma il suo successo.

Del resto, questo personaggio, tuttora così avvolto nel mistero, attira proprio per questo la curiosità della gente.

Alla fine, più appari senza mostrarti, più tutti vogliono sapere chi sei.

Quindi è giusto chiedersi: chi si cela dietro questo personaggio?

Che faccia ha Myss Keta, sotto la mascherina?

Sebbene, la cantante non si sia ancora esposta ufficialmente, è comparsa una foto di una ragazza seduta in metro che potrebbe essere proprio la cantante milanese.

fonte: diregiovani.it

Il taglio dei capelli, la forma del corpo e gli occhiali, sono dettagli che fanno pensare si tratti proprio di lei.

Lo scatto è stato pubblicato dal sito diregiovani.it.

Gli stessi, dopo aver condiviso l’articolo su twitter, sono però stati sommersi dagli insulti dei fan, che l’hanno trovato un gesto scorretto.

Nel frattempo, la conferma o smentita non sono mai arrivate, aumentando così ancora di più la curiosità su questo personaggio misterioso.

Review Myss Keta.

error: